Tecniche

Utilizzo un approccio integrato che abbraccia mente, corpo ed emozioni per consentire alle persone di riappropriarsi di se stesse, del proprio corpo e delle proprie energie. Mente, corpo ed emozioni sono entità in stretta interconnessione tra loro, legate da un rapporto di influenza reciproca. Un disagio psicologico può influenzare la nostra salute così come una malattia fisica può influire sul nostro equilibrio interiore e sulla qualità delle relazioni. Quando una persona si rivolge a me, la incontro nella sua totalità avviando insieme ad lei un processo di ricostruzione della sofferenza, delle sue origini, del suo significato profondo.

Il mio approccio psicoterapeutico, oltre al classico setting verbale, può prevedere, sempre previo accordo col cliente, anche l’utilizzo della parte dello studio dedicata a lavori psicocorporei (giochi, esercizi ecc.) che richiedono un coinvolgimento attivo, in particolare per l’espressione di quei vissuti difficilmente condivisibili in modo esaustivo in una terapia solo verbale.

Tecniche di fototerapia

La Fototerapia psicocorporea è un insieme di tecniche terapeutiche che si avvale dell’uso delle fotografie o delle immagini congiuntamente al lavoro di connessione al livello corporeo. Le fotografie permettono a ricordi e sensazioni di affiorare alla consapevolezza e il lavoro terapeutico con il corpo permette di elaborare al meglio i vissuti emersi dalle immagini, sempre con rispetto e all’interno della finestra di tolleranza della persona.

Il lavoro porta attenzione al corpo e alle sensazioni che emergono guardando le immagini. In questo approccio una persona può ricevere ad esempio contatto fisico di sostegno durante l’espressione di emozioni forti o aiutata con il semplice tocco di una mano a catalizzare vissuti che non sarebbero emersi se fosse stata lasciata sola nel suo “guscio” protettivo. L’assunto di fondo, che deriva dagli studi neuro-scientifici degli ultimi anni è che “noi siamo corpo”. Non possiamo permetterci di ignorare questo fatto. Davanti alle immagini il nostro corpo reagisce, aumenta il respiro, blocca il respiro, diventa teso, impallidisce o arrossisce, distoglie lo sguardo. In presenza di un professionista di fiducia che aiuta con estremo rispetto a stare in contatto con queste modificazioni e aiuta a esplorarle, esse si trasformano in comunicazioni chiare con noi stessi e con gli altri, stimolano un’espressione più spontanea di sé.

Tecniche psico corporee

Le tecniche psico-corporee rappresentano uno strumento valido all’interno di un percorso psicologico, in quanto possono aiutare i muscoli e i distretti corporei a liberarsi da cio’ che si e’ cristallizzato in seguito ad una sofferenza e che non permette alla ferita di rimarginarsi e di guarire. Queste tecniche permettono di entrare in una relazione nuova con se stessi: avvicinarsi al proprio corpo, escludere dalla propria attenzione, anche se solo per pochi minuti, l’ambiente esterno per entrare in contatto con il proprio respiro, con il proprio battito cardiaco e con le proprie sensazioni fisiche significa prendersi cura di se stessi.

Ci sono vari tipi di tecniche psico-corporee ed e’ necessaria una buona conoscenza della persona prima di procedere nell’utilizzo di tale strumento. Uno strumento, infatti, puo’ essere ottimo per una persona, ma risultare di difficile accettazione per un’altra.

Tecniche di respirazione

La respirazione aiuta a entrare in contatto con le tensioni psicofisiche somatizzate nell’arco della nostra vita in modo semplice ed efficace. Attraverso il respiro, le tensioni hanno la possibilità di sciogliersi e scaricarsi, eliminando così ansia e disturbi psicosomatici di cui spesso sono la causa. Attraverso questa pratica si possono raggiungere effettivi miglioramenti della salute psicofisica, un maggior equilibrio interiore, e intraprendere così un profondo cammino di rinnovo e crescita personale, una vera rinascita, in senso simbolico.

Bibliografia

  • AA. VV. “Il benessere nelle emozioni. Manuale del metodo biosistemico” La Meridiana 2011
  • Alexander Franz, French Thomas et al. “Psychoanalytic Therapy: Principles and Application” Ronald Press 1946
  • Bacci Francesco “Psicocreatività” Prhomos 2013
  • Berne Eric “A che gioco giochiamo?” Bompiani 2000
  • Boadella David “Biosintesi” Astrolabio 1987
  • Boyesen Gerda “Tra psiche e soma” Astrolabio 1999
  • Brown Malcolm “Il contatto terapeutico” Melusina 1990
  • Downing George “Il corpo e la parola” Astrolabio 1995
  • Dull Harold “Watsu” Apogeo 2000
  • Erickson Milton H., Rossi Ernest L. “Ipnoterapia” Astrolabio 1982
  • Fornari Franco “La terapia degli affetti” Angeli 1999
  • Freud Sigmund “Introduzione alla psicoanalisi e altri scritti” Bollati Boringhieri 1976
  • Grof Stanislaw “La mente olotropica” Red 2007
  • Jodorowsky Alejandro “Psicomagia” Feltrinelli 2009
  • Kalff Dora “Il Gioco della Sabbia e la sua azione terapeutica sulla psiche” O.S.1974.
  • Laborit Henry “Elogio della fuga” Mondadori 1990
  • Leonard Jim “Vivation” Amrita 1989
  • Levine Peter “Traumi e shock emotivi” Macro 2002
  • Levine Peter A. “traumi e shock emotivi” Macro 2002
  • Liss Jerome, Boadella David “La psicoterapia del corpo” Astrolabio 1986
  • Liss, Jerome e Stupiggia Maurizio “La terapia biosistemica” Angeli 1997
  • Lowen Alexander e Leslie “Espansione e integrazione del corpo in bioenergetica” Astrolabio 1979
  • Marchino Luciano, Mizrahil Monique “Il corpo non mente” Sperling & Kupfer 2011
  • Moreno Jacob Levi “Psicodramma” Astrolabio 1976
  • Navarro Federico “Vegetoterapia Caratteroanalitica” Bunsen 1998
  • Negro Luigi “Il corpo nella relazione terapeutica” Marrapese 2004
  • Ogden Pat et al. “Trauma and the body” Norton 2006
  • Orr Leonard, Halbig Konrad “Rebirthing” Mediterranee 1996
  • Perls Frederick Salomon “La terapia gestaltica parola per parola” Astrolabio 1982
  • Pierrakos John “Corenergetica” Crisalide 1994
  • Reich Wilhelm “Analisi del carattere” Sugarco 1994
  • Rispoli Luciano “Esperienze di base e sviluppo del Sé” Angeli 2004
  • Rispoli Luciano “Psicologia Funzionale del Sè” Astrolabio 1993
  • Rolf Ida P. “Rolfing” Mediterranee 2003
  • Siegel Daniel “La mente relazionale” Cortina 2001
  • Stern Daniel “Le forme vitali” Cortina 2011
  • Van der Kolk Bessel et al. “Stress traumatico” Magi 2005
  • Weiser Judy “Phototherapy Techniques: Exploring the Secrets of Personal Snapshots and Family Albums PhotoTherapy” Centre Press 1999
  • Winnicott Donald “Gioco e realtà” Armando 1974

“Essere pieni di vita significa respirare profondamente, muoversi liberamente e sentire con intensità” - Alexander Lowen

Telefono

(+39) 3466655188 (WhatsApp Attivo)

Studio

Corso Pietrobuoni 30
40019 Sant'Agata Bolognese (BO)